Archivio articoli

BIC Bruxelles: Un’analisi delle politiche agricole alla luce dell’unità del genere umano

L'Ufficio di Bruxelles della Bahá'í International Community (BIC) ha rilasciato una dichiarazione, dal titolo Verso un sistema alimentare sostenibile, che prende in esame le implicazioni del principio dell'unità del genere umano sul miglioramento della sicurezza alimentare nel mondo. La dichiarazione è stata presentata dalla BIC ai ministri dell'Agricoltura dell'Unione Europea (UE) riunitisi nella Repubblica Ceca per discutere sulle politiche relative alla produzione e alla distribuzione alimentare.

Emirati Arabi Uniti: un’analisi del ruolo della religione nella promozione della pace

I bahá'í degli Emirati Arabi Uniti stanno cercando di ricorrere a un nuovo tipo di dialogo dal quale possa scaturire una nuova concezione del ruolo costruttivo della religione nella società contemporanea. «La religione ha un ruolo straordinario da svolgere nel promuovere la nobiltà delle persone e ispirare l'umanità a costruire una civiltà prospera e pacifica», afferma Roeia Thabet, membro dell'Ufficio per le Relazioni pubbliche dei bahá'í degli Emirati Arabi Uniti.

Papua Nuova Guinea; il tempio in costruzione attrae la partecipazione pubblica ad un progetto di tessitura

Sulla sommità di una collina di Port Moresby, capitale di Papua Nuova Guinea, sta sorgendo la Casa di culto bahá'í, una struttura sacra che rappresenta il connubio tra devozione e servizio alla società. Per i residenti nella zona, negli ultimi tempi, questo tema (che è il fondamento dello scopo di tutte le Case di culto bahá'í) è diventato fonte d’ispirazione per contribuire alla realizzazione del tempio nazionale grazie ad un progetto di tessitura.

Studi bahá’í: Il convegno annuale dell’ABS viene arricchito da alcuni “gruppi di lettura”

Con la partecipazione di oltre un migliaio di persone provenienti da più di 30 Paesi, si è svolto nei giorni scorsi il 46esimo convegno annuale dell'Associazione per gli Studi Bahá'í (ABS). Il convegno, tenutosi anche quest'anno online, ha offerto ai partecipanti la possibilità di ragionare sul contributo che gli spunti di riflessione derivanti dagli insegnamenti bahá'í possono apportare a varie aree di pensiero e ai discorsi fondamentali per il progresso dell'umanità.

Alla Camera dei Deputati, una mostra riflette sui viaggi di ‘Abdu’l-Bahá

Roma – Un’esposizione di quadri realizzata dall’artista italiana Maria Ditaranto riflette sulla vita di ‘Abdu’l-Bahá offrendo una prospettiva sul suo contributo al mondo a cent’anni dal suo trapasso. Si è tenuta dal 12 al 16 settembre nella sala del Cenacolo presso la Camera dei Deputati la mostra “Il viaggio è la meta”: un’esposizione di 20 opere realizzate dall’artista lucana, di origini pugliesi, Maria Ditaranto. I soggetti figurativi trattati dall’artista ricreano le atmosfere della vita di ‘Abdu’l-Bahá durante i viaggi che egli compì nella seconda metà dell’Ottocento, per andare dalla Terra Santa in Europa e in seguito negli Stati Uniti.

Un sentiero spianato: tracciare il futuro del percorso educativo in Zambia

Il mese scorso i bahá'í dello Zambia si sono occupati di una questione fondamentale: come assicurare che la gamma di iniziative educative avviate nel paese dai bahá'í possa offre un'esperienza lineare e coerente dalla prima infanzia all'età adulta? Nello Zambia, le istituzioni bahá'í e le organizzazioni di ispirazione bahá'í si sono riunite per cinque giorni a Lusaka per avere un quadro generale delle varie iniziative educative sviluppatesi nel Paese nel corso degli ultimi decenni.

BIC Addis Abeba: disamina dell’impatto sproporzionato sulle donne della crisi climatica

In un recente forum, organizzato dall'Ufficio di Addis Abeba della Bahá'í International Community (BIC) ed incentrato sull'impatto sproporzionato della crisi climatica sulle donne, è stato messo in risalto il principio dell'uguaglianza tra donne e uomini come requisito essenziale per affrontare il tema del cambiamento climatico. «Il cambiamento climatico è ampiamente riconosciuto come amplificatore delle disuguaglianze socio-economiche esistenti, tra queste le disparità di genere», ha detto Atieno Mboya, professoressa di Diritto internazionale dell'Ambiente e di Genere all'Emory University e membro della comunità bahá'í.

In Iran, mentre la comunità internazionale condanna aspramente la “repressione radicale”, ben 200 sono i cittadini bahá’í presi di mira nelle ultime tre settimane.

Nel mese corrente, numerosi esponenti governativi, media internazionali e nazionali, oltre a decine di personalità di spicco e attori della società civile si sono schierati in difesa dei bahá'í iraniani, con una valanga di dichiarazioni, notizie e post sui social media provocata da un'escalation della repressione e della campagna ufficiale d’incitamento all’odio nei confronti della comunità, e con la richiesta di porre fine ai soprusi.

Bahá’í World News Service: presentazione del BWNS in lingua russa

Il Bahá'í World News Service è ora disponibile in russo, il che costituisce l’ultimo anello dell’evoluzione del sito di notizie creato oltre vent’anni fa. Il News Service pubblica, dal 2000, storie ricche di spunti di riflessioni che derivano dall’impegno, volto al miglioramento sociale, profuso dalla comunità bahá'í mondiale.

Mausoleo di ‘Abdu’l-Bahá: quasi ultimato il lavoro di ripulitura mentre prosegue il progetto di costruzione.

Dopo l’incendio causato, all’inizio dello scorso mese di aprile, da un incidente, procedono ora alacremente i lavori di costruzione del Mausoleo di 'Abdu'l-Bahá. Notevoli passi avanti nella rimozione dei detriti dalle aree colpite sono stati fatti grazie all’intervento della squadra impegnata nel progetto.