Archivio articoli

BIC New York: l’ONU chiede all’Iran di porre fine alla discriminazione religiosa.

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha sollecitato il governo iraniano a porre fine alla discriminazione di tutte le minoranze in Iran, compresa la comunità bahá'í, la più grande minoranza religiosa non musulmana del Paese. Il voto conferma una risoluzione della Terza Commissione sottoscritta a novembre.

Turchia: il sindaco di Edirne commemora il centenario del trapasso di ‘Abdu’l-Bahá.

Il sindaco di Edirne, Recep Gürkan (a sinistra) con Şemsettin Öztürk (a destra), rappresentante della comunità bahá’í della Turchia.

Papua Nuova Guinea: tradotto e pubblicato nella lingua Tok Pisin il Libro Più Sacro bahá’í.

Il Libro Più Santo di Bahá'u'lláh, il Kitáb-i-Aqdas, è stato tradotto in linguaTok Pisin, la più parlata tra le centinaia di lingue di Papua Nuova Guinea. «Si tratta di una meravigliosa novità, che consente a molte persone l'accesso nella propria lingua alle parole trasformative di Bahá'u'lláh», dice Confucius Ikoirere, segretario dell'Assemblea Spirituale Nazionale dei bahá'í di Papua Nuova Guinea.

Centenario del trapasso di ‘Abdu’l-Bahá: Diffuso un breve documentario sulla commemorazione del centenario in Terra Santa.

In data odierna è stato diffuso un breve documentario sulla recente commemorazione tenutasi al Centro Mondiale Bahá’í per il centenario dell’ascensione di ‘Abdu’l-Bahá.

Centenario del trapasso di ‘Abdu’l-Bahá: le commemorazioni nazionali in onore dell’araldo della pace

In concomitanza con le molteplici commemorazioni del centenario in ogni località del mondo, i raduni nazionali hanno visto riuniti, in ogni Paese, rappresentanti del governo, leader di diverse comunità religiose, accademici, giornalisti e rappresentanti della società civile per un’analisi di alcuni dei principi universali incarnati da 'Abdu'l-Bahá.

Case di culto: i templi bahá’í diventano il fulcro delle commemorazioni

A Samoa, poco dopo la mezzanotte di sabato scorso, la Casa di culto bahá'í di Apia è diventata la prima, tra i templi bahá'í di tutto il mondo, in cui è stato commemorato il centenario. Nelle successive 19 ore, le Case di culto di Tanna, nelle isole di Vanuatu; Sydney, in Australia; Battambang, in Cambogia; Nuova Delhi, in India; Matunda Soy, in Kenya; Kampala, in Uganda; Francoforte, in Germania; Santiago, in Cile; Norte del Cauca, in Colombia; Città di Panama, a Panama e Wilmette, negli Stati Uniti, riunendo svariate persone per una profonda riflessione sulla vita di 'Abdu'l-Bahá, sono diventate il fulcro delle commemorazioni.

Centenario del trapasso di ‘Abdu’l-Bahá: uno sguardo sugli incontri commemorativi svoltisi in tutto il mondo

Lo scorso sabato, man mano che le commemorazioni del centenario abbracciavano il globo intero, in ogni parte del mondo i pensieri e i cuori convergevano su 'Abdu'l-Bahá. In un Paese dopo l’altro si è venuto a creare un legame fra le persone, unite da un filo continuo nel loro amore e nell’incommensurabile ammirazione per Colui a Cui esse si rivolgono come esempio perfetto di amore per l'umanità e di servizio disinteressato alla società.

Centenario del trapasso di ‘Abdu’l-Bahá: al termine delle commemorazioni i partecipanti, carichi di energia spirituale, si accingono a rientrare nei propri Paesi.

Sabato scorso, i rappresentanti delle comunità bahá'í di tutto il mondo, galvanizzati dopo una settimana immersa nella riflessione sulla vita esemplare di 'Abdu'l-Bahá, si sono ritrovati nell'atrio della sede della Casa Universale di Giustizia per una chiusura carica di energia spirituale delle commemorazioni per il centenario.

Centenario del trapasso di ‘Abdu’l-Bahá: il solenne evento suscita profonde riflessioni su una vita esemplare

Nelle prime ore di sabato 27 novembre, in un'atmosfera solenne e riverente, i partecipanti alla commemorazione del centenario si sono riuniti a Haifa nel cortile della Casa del Pellegrino per celebrare l'ascensione di 'Abdu'l-Bahá.

Pubblicato un breve documentario sulla costruzione del Mausoleo di ‘Abdu’l-Bahá

È stato diffuso nella giornata di ieri un breve documentario, commissionato dalla Casa Universale di Giustizia in occasione del centenario, sulla costruzione del Mausoleo di ‘Abdu’l-Bahá.