Archivio articoli

Indonesia: una serie di incontri genera terreno fertile per la speranza

Il piccolo spazio online, organizzato dall’Ufficio Relazioni Esterne bahá’í dell’Indonesia e inizialmente destinato allo studio dei fondamentali principi spirituali, nel bel mezzo della crisi sanitaria mondiale si è ingrandito a tal punto da annoverare più di 200 attori sociali, funzionari governativi e rappresentanti di diverse comunità religiose.

“Creare una narrazione inclusiva”: una pubblicazione australiana mirante a un’identità condivisa

Come può una società con opinioni diverse su storia, cultura e valori, alcuni dei quali in apparente contrasto, plasmare un'identità comune che scavalchi le differenze e non privilegi alcuni gruppi o sminuisca il valore del prossimo? Per analizzare l’argomento e altre questioni ad esso connesse, i bahá’í d'Australia si sono impegnati in un progetto biennale con centinaia di partecipanti, tra cui funzionari, organizzazioni della società civile, giornalisti e numerosi attori sociali di tutti gli stati e territori.

Papua Nuova Guinea: prende forma la Casa di culto

Da qualsiasi parte si provenga, giungendo in prossimità dell'area di Waigani presso Port Moresby, Papua Nuova Guinea, si staglia chiaramente la struttura della Casa di culto bahá'í attualmente in fase di costruzione. Una volta completata, la Casa di culto sarà aperta a persone di ogni provenienza e diverrà il punto focale della devozione e del servizio alla società.

Risoluzione delle Nazioni Unite che condanna le violazioni dei diritti umani in Iran

Un comitato dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha approvato mercoledì scorso una risoluzione nei confronti dell'Iran per il rispetto dei diritti umani verso tutti i suoi cittadini, compresi i membri della Fede bahá'í. La risoluzione è stata approvata daI Terzo Comitato dell'Assemblea Generale con 79 voti favorevoli, 32 contrari e 64 astensioni.

Mausoleo di ‘Abdu’l-Bahá: sulle fondamenta viene eretta la struttura

Completate nel mese di settembre le fondamenta della struttura centrale del Mausoleo di 'Abdu'l-Bahá, proseguono ora a ritmo sostenuto i lavori per la costruzione dei primi elementi verticali. Comincia a prendere forma anche la parte sotterranea della struttura, che si troverà sotto il piazzale centrale.

Il Primo Ministro australiano e i membri del Parlamento celebrano il centenario della comunità

Il Primo Ministro australiano, Scott Morrison, e altri leader nazionali hanno espresso il loro caloroso apprezzamento alla comunità bahá'í australiana in occasione del centenario della sua fondazione nel Paese. "La Fede bahá’í è fatta di inclusione e rispetto", ha dichiarato il Primo Ministro.

Settimana della Pace: il ruolo della governance globale per instaurare la pace

In occasione della Settimana della Pace, conclusasi venerdì scorso, l'Ufficio di Ginevra della Bahá'í International Community (BIC) si è incontrato con alcuni protagonisti della società civile, accademici e rappresentanti delle agenzie delle Nazioni Unite e delle organizzazioni internazionali, per contribuire al dibattito imperniato sulle iniziative di costruzione della pace in tutto il mondo. "Oggi la pace è una dei temi che maggiormente preoccupano l'umanità", dichiara Simin Fahandej, una dei rappresentanti dell'Ufficio di Ginevra. “Nonostante ci sia ancora molta strada da percorrere, ci sono delle forze costruttive che stanno spingendo l'umanità verso una maggiore maturità collettiva. Riunendo insieme diversi protagonisti, la Settimana della Pace rappresenta un forum internazionale importante per lo scambio di idee, specialmente in un momento come questo, in cui molte delle prove cui la pace è sottoposta vengono esacerbate dalla pandemia COVID-19 ".

Un impegnativo lavoro di servizio rivolto a tutti gli studenti

Nello scorso mese di marzo, quando le scuole di El Salvador a causa della pandemia hanno dovuto cessare le lezioni in presenza, una scuola di ispirazione bahá'í del Paese ha scoperto un enorme potenziale di capacità tra famiglie, insegnanti e altri membri della comunità, in grado di favorire il mantenimento di un elevato standard di istruzione per tutti i suoi 200 studenti. "Per progredire durante questa crisi, il concetto di unità è stato fondamentale", afferma Vanesa Renderos, preside della Riḍván School fondata nel 1989.

Nuova Costituzione in Cile: un dibattito che apre nuove strade

- Nel corso della settimana, alla vigilia del voto fissato per dare al Cile una nuova costituzione, si è fatto più acceso in tutto il Paese il dibattito imperniato sulla costruzione di una società equa. Negli ultimi dodici mesi, i bahá'í del Cile vi hanno partecipato creando spazi ad ogni livello, sia locale che nazionale, in cui valutare con i loro concittadini le basi per una società prospera materialmente e spiritualmente.

Radio Bahá’í: mettendo in contatto le persone durante la pandemia, le stazioni invitano alla partecipazione

In molte nazioni le stazioni radio gestite dalle comunità bahá'í hanno trovato un nuovo scopo durante la pandemia e la conseguente limitazione di altre forme interattive, divenendo fonti di informazione di fondamentale importanza e punti di riferimento nella vita comunitaria.Durante la crisi sanitaria, nella regione centrale di Luzon nelle Filippine, Radyo Bahá’í’ ha ricoperto un ruolo molto importante nel creare un senso di solidarietà tramite programmi coinvolgenti dedicati alla preghiera e a musica ispirante, in armonia con la cultura locale. La stazione radio è riuscita inoltre, grazie ad un raggio di trasmissione di 90 chilometri, a diffondere messaggi di rilevanza fondamentale in aree remote, altrimenti difficili da raggiungere.